banner

The New Stuff

3101 Views

I nostri migliori amici


Abbiamo intervistato Linda Giosmin, una ragazza con un grande cuore che ha scelto di dedicare la sua vita agli animali. Lei (con altri volontari appassionati) gestisce le adozioni del Rifugio del cane di Rubano, nel Padovano. Ci ha raccontato la sua esperienza di educatrice e volontaria e ci ha spiegato perché crescere con un amico a quattro zampe è più bello!

Linda è piena di entusiasmo e passione. Lavora da anni con e per i cani, educa quelli felicemente adottati e difende i più sfortunati. Prime Pagine le ha fatto qualche domanda: abbiamo parlato di amore e rispetto per gli animali, di adozioni felici a quattro zampe, ma anche della piaga del randagismo. “La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali”, diceva Gandhi. Un grande insegnamento.

Ciao Linda, raccontaci bene di cosa ti occupi.

“Ciao a tutti! Sono Linda, l’istruttore cinofilo dell’associazione Cani si nasce e, da parecchi anni, lavoro anche come volontaria in canile. Noi volontari ci occupiamo delle cure giornaliere, delle coccole e delle adozioni dei cani presenti nella struttura, inoltre io mi occupo della valutazione dei cani appena entrati. La mia associazione cinofila offre un servizio gratuito di pre e post adozione: seguiamo cioè il cane e la futura famiglia adottiva nel delicato inserimento dell’animale in casa”.

Parliamo del rapporto uomo-cane. È vero che vivere con un animale fa bene all’umore e alla salute?

“Sì certo. Vivere con un cane non può che migliorare lo stile di vita. Si passeggia di più, si incontrano nuovi amici e, soprattutto, si ha sempre un amico felice e generoso al proprio fianco. Con l’adozione, poi, togliamo un animale da una situazione di sofferenza e solitudine: questo è un gesto bellissimo. Lui in cambio ci dona un amore incondizionato! Oltre ai cuccioli in canile ci sono moltissimi cani adulti: sono loro ad aver più bisogno di attenzioni, cure e ovviamente di una bella adozione. Essendo vecchietti, piacciono meno alla gente, non fanno colpo come i piccoli, ma la verità è che offrono lo stesso, se non maggiore, amore di un cucciolo e sono senza dubbio più facili da educare”

Ci sono cagnolini del rifugio dove lavori che vorresti segnalare? Qualche cane più sfortunato che cerca urgentemente adozione…

Il rifugio del cane di Rubano si trova nel Padovano ed è composto da ottanta box di diverse dimensioni, in modo da poter ospitare più o meno 150 cani. Il canile dovrebbe essere solo una struttura di passaggio per i cani abbandonati, qui trovano riparo e amore ma hanno tutti bisogno di una famiglia. Il canile non deve trasformarsi in una galera a vita! Ricordiamoci che i cani hanno sentimenti come noi, provano gioia e dolore.. tutto quello che desiderano è affetto, compagnia e libertà. Vi presento qualche cagnolino che cerca adozione e aspetta da tempo…”

Il randagismo in Italia è un fenomeno in crescita o le cose stanno migliorando? Le situazioni più drammatiche sono al Sud? In generale, ci sembra che le persone stiano cambiando atteggiamento nei confronti degli animali: si sta iniziando a capire che meritano amore e rispetto?

“Il randagismo in Italia negli ultimi 10 anni ha subito fortunatamente un calo, dovuto sia all’aumentata sensibilità della gente sia alle campagne contro l’abbandono. Inoltre, molte strutture turistiche si sono attrezzate a ospitare i nostri amici a quattro zampe e anche questo ha aiutato. Al sud purtroppo la situazione rimane ancora critica. In generale, bisognerebbe responsabilizzare di più le persone al corretto rapporto con un animale, qualsiasi esso sia. Il cane ha le sue esigenze e va trattato da cane, ascoltato e capito. Dobbiamo essere in grado di soddisfare i suoi bisogni prima di pensare egoisticamente solo ai nostri capricci. Un cucciolo non è un giocattolo e un cane resterà con noi minimo 10-15 anni. Questa è una considerazione fondamentale”.

Tu quanti cagnolini hai? Ce li presenti?

“Vivo da dodici anni con il mitico Zio Spenk, recuperato da cucciolo in un cassonetto. Due anni fa è arrivata Paloma, detta ‘il drago’, recuperata in un canile della Spagna. E ora c’è anche Oliver, soprannominato ‘GuGu’ o ‘lo zoppo’, un mix pastore, zoppo perché investito sette anni fa, soccorso e poi abbandonato in canile. La buona notizia è che ora sta molto bene! In più, con noi vive anche Ciliegia, detta ‘Cispa’, una gattina tricolore. Siamo un bel branco e insieme condividiamo tutto. Ci divertiamo davvero un sacco!”

Redazione Prime Pagine

Lega nazionale per la difesa del cane, sezione Padova: Rifugio del cane di Rubano, aperto tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 18 (d’inverno alle 17.30). www.legadelcane-padova.it

(in copertina: Linda e i suoi cani. Gallery nell’articolo con i cani in cerca d’adozione)

 

Recently Published

»

Nemmeno il Covid è riuscito a fermare la passione per lo sport!

Che cosa ne è stato dello sport in questo anno? Ce lo chiediamo ...

»

“Cronache fantastiche”, il laboratorio insolito e divertente per Kid Pass Edu

Ecco il risultato di un laboratorio davvero unico, condotto nel mese ...

article image
»

Infanzia e Covid-19: l’appello per proteggere i bambini più vulnerabili

Save the children: nel 2021, 60 milioni di bambine e bambini avranno ...

»

Storie sotto l’albero

A Natale è tempo di storie. Si sa. E i lettori più piccoli, e ...

»

“L’Ickabog”, il ritorno di J.K. Rowling

“Alto come due cavalli, occhi infuocati, artigli affilati come ...

»

Gianni Rodari, cento anni e non sentirli

Nato il 23 ottobre 1920, in un piccolo paese affacciato sul Lago ...

»

Van Gogh. I colori della vita

Il 10 ottobre, al centro Altinate San Gaetano di Padova, inaugura una ...

»

Una risata per un corpo imperfetto

“Graces” è uno spettacolo di teatro danza che sta ...

»

A scuola, “non perdiamoci di vista”

Questa mattina, al risveglio, abbiamo letto il post Facebook del ...