banner

The New Stuff

2957 Views

Gli Stati Uniti eleggono il nuovo presidente


Gli americani si preparano a eleggere il loro nuovo presidente. Chi vincerà? I candidati sono la democratica Hillary Clinton e il repubblicano Donald Trump, due figure agli antipodi. 


Sta arrivando prima in America,

culla del meglio e del peggio.

È qui che hanno tutto e il suo contrario

e il meccanismo per i cambiamenti

(…)

la democrazia sta arrivando negli Usa


Queste parole sono la traduzione di un pezzetto della bellissima canzone di Leonard Cohen: Democracy. I cantautori sono un po’ come i poeti: riescono a mettere in qualche semplice frase pensieri enormi. E queste cinque righe di canzone raccontano tanto di un Paese che è sempre sotto i riflettori, che crediamo di conoscere come le nostre tasche, ma che è in realtà è un insieme di tante anime diverse: gli Stati Uniti d’America.

E se ti dico Stati Uniti pensi ai grattacieli di New York, ai divi del cinema che si rilassano in piscina nelle loro ville di Hollywood, o magari alle spiagge di Miami. Ma puoi pensare anche a un orso che si muove tra i ghiacci dell’Alaska, a una porzione di tacchino e salsa di mirtilli (sì, sì: nello stesso piatto) mangiati in una casetta in uno di quegli stati che stanno giusto in mezzo, in quello spazio larghissimo che sta tra un oceano e l’altro. Un avvocato di origini coreane che va al lavoro a Chicago, una famiglia dell’Alabama (giù giù, dove il sole è più caldo e l’aria più dolciastra) che fa la spesa in un enorme centro commerciale, un presidente nero – il primo della storia – seduto in uno studio che sembra un set cinematografico.

Il presidente Barack Obama – di sicuro l’hai visto su qualche sito o in tv – rappresenta bene le prime due righe della canzone qui sopra. La sua famiglia è, come tante altre, un bel miscuglio di Paesi e storie (il papà di Obama era nato in Kenia, la mamma era statunitense, ma di origini inglesi e tedesche), e lui stesso ha conosciuto “il meglio e il peggio”: un’infanzia felice ma non certo ricca e poi una lunga carriera, il successo professionale, le comodità di una vita in cui i soldi non sono un problema. È stato il primo presidente nero degli Stati Uniti, un Paese dove fino al 1968 bianchi e neri erano separati per legge in ogni attività: si faceva la spesa in negozi diversi, si mangiava in ristoranti diversi, si soggiornava in hotel diversi, le scuole erano distinte.

Il prossimo 8 novembre gli uomini e le donne degli Stati Uniti sceglieranno il successore di Obama. E di nuovo potrebbe esserci una prima volta: la prima volta di una donna presidente. Hillary Clinton è infatti la prima donna a concorrere per la Casa Bianca in rappresentanza di uno dei due maggiori partiti. Candidata moderata e d’esperienza, propone un programma i cui punti principali sono l’estensione della cittadinanza agli immigrati, l’introduzione di maggiori controlli sulle armi, il sostegno dei diritti civili, la lotta al cambiamento climatico e l’abbassamento della pena minima per i reati non-violenti. Suo principale avversario è il repubblicano Donald Trump: un ricco imprenditore che ha incentrato la campagna su temi come il contenimento dell’immigrazione, la costruzione di un muro tra Stati Uniti e Messico, il sostegno alla libera diffusione delle armi. Ora il mondo attende con il fiato sospeso: gli uomini e le donne degli Stati Uniti saranno capaci di fare un nuovo salto in avanti affidandosi a Hillary? O vinceranno le idee di Trump, basate sulla paura del diverso? Tenetevi forte perché “la democrazia sta arrivando negli Usa”!

Domenico Lanzilotta

  • giornalista professionista, direttore responsabile di Venetoeconomia, si occupa e scrive di economia, politica, cultura

Recently Published

»

L’isola dei diritti

Abbiamo il diritto di essere ascoltati, di avere una casa, di essere ...

©Collezione Peggy Guggenheim Collection. Foto Sara Celeghin
»

Cambiamo il futuro. Bambini di oggi, cittadini di domani

Al via un nuovo ciclo di sei laboratori della Collezione Peggy ...

»

Grazie Venezia78!

Al termine di ogni edizione della Mostra internazionale d’arte ...

»

Al Lido per la 78esima Mostra del Cinema

Care piccole lettrici e cari piccoli lettori, inizia oggi la 78esima ...

article image
»

Infanzia in Afghanistan: quale futuro per bambine e bambini?

L’avanzata devastante, la caduta di Kabul, il potere nella mani ...

»

Nemmeno il Covid è riuscito a fermare la passione per lo sport!

Che cosa ne è stato dello sport in questo anno? Ce lo chiediamo ...

»

“Cronache fantastiche”, il laboratorio insolito e divertente per Kid Pass Edu

Ecco il risultato di un laboratorio davvero unico, condotto nel mese ...

article image
»

Infanzia e Covid-19: l’appello per proteggere i bambini più vulnerabili

Save the children: nel 2021, 60 milioni di bambine e bambini avranno ...

»

Storie sotto l’albero

A Natale è tempo di storie. Si sa. E i lettori più piccoli, e ...