banner

The New Stuff

4904 Views

Frida e Diego, l’arte e l’amore


A Palazzo Ducale di Genova, fino all’8 febbraio, si può visitare la mostra “Frida Kahlo e Diego Rivera”. Oltre 130 opere dei due artisti messicani esposte insieme per la prima volta in Italia. Tanti i laboratori e le attività per le scuole.

Un amore lungo una vita quello tra Frida Kahlo e Diego Rivera. Due esistenze “tempestose” nel segno dell’arte. La mostra, allestita a Palazzo Ducale di Genova e dedicata ai due artisti messicani, presenta 130 opere, oltre 80 scatti realizzati da importanti fotografi e filmati d’epoca. Si tratta di un’esposizione emozionante che vale certamente una visita. Le attività didattiche per le scuole, poi, sono tante e creative.

Ma iniziamo a conoscere la storia di queste coppia che attraversò e segnò profondamente la scena artistica novecentesca: Diego Rivera ha già 42 anni quando, nel 1929, sposa Frida Kahlo, di vent’anni più giovane. Diego è già un artista con esperienza e con un lungo percorso di studi: ha alle spalle sette anni di accademia e quattordici di perfezionamento in Europa. Frida è un’autodidatta piena di talento e personalità. Entrambi sono impegnati nell’arte, ma anche in politica. Soprattutto Diego, i cui murales narrano la storia del Messico e di un popolo che lotta per il proprio futuro. Frida invece dipinge la sua battaglia personale contro una malattia che le segna l’esistenza e non le dà tregua e nei quadri mette sempre un po’ della sua anima.

32 -Nickolas Muray - Frida Kahlo and Diego Rivera in Tizapán (1937)

Questa mostra è un viaggio che segue due itinerari. Quello dell’arte e quello dell’amore, tra felicità e dolore. La storia di Frida Kahlo e Diego Rivera è la storia di un amore diventato leggenda: un legame intenso e travagliato, costellato di gelosie e tradimenti reciproci, unione e separazione. E, poi, da battaglie politiche, amicizie e relazioni con artisti e intellettuali dell’epoca. Ed è un emozionante viaggio nell’arte del Novecento.

Oggi, dalle 9 alle 11, si terranno due laboratori per bambini: “Chi mi metto sulla spalla?” e “Il giardino di Frida”, per le scuole dell’infanzia e primarie. Qui il programma completo con le attività per le scuole. E ancora: su richiesta, il lunedì mattina, possono essere organizzate aperture speciali riservate a singoli istituti scolastici e, in alternativa, i laboratori possono uscire dal palazzo per raggiungere le scuole e costruire un lavoro in classe.

Già che ci siete, visitate anche la mostra Nickolas Muray, celebrity portraits, allestita sempre a Palazzo Ducale (sottoporticato), il fotografo ungherese delle celebrità di Hollywood che immortalò Greta Garbo, Charlie Chaplin e Marilyn Monroe. Ma anche la stessa Frida Kahlo, di cui si innamorò perdutamente. Anche questa mostra prevede visite guidate per le scuole.

(in copertina: Frida Kahlo on Bench #5, 1939-  stampa carbografica inchiostrata. Cuernavaca, The Jacques and Natasha Gelman. Collection of 20th Century Mexican Art. Photo by Nickolas Muray © Nickolas Muray photo archives. Nell’articolo: Frida Kahlo e Diego Rivera fotografati da Muray nel 1937)

Francesca Boccaletto

Recently Published

»

Nemmeno il Covid è riuscito a fermare la passione per lo sport!

Che cosa ne è stato dello sport in questo anno? Ce lo chiediamo ...

»

“Cronache fantastiche”, il laboratorio insolito e divertente per Kid Pass Edu

Ecco il risultato di un laboratorio davvero unico, condotto nel mese ...

article image
»

Infanzia e Covid-19: l’appello per proteggere i bambini più vulnerabili

Save the children: nel 2021, 60 milioni di bambine e bambini avranno ...

»

Storie sotto l’albero

A Natale è tempo di storie. Si sa. E i lettori più piccoli, e ...

»

“L’Ickabog”, il ritorno di J.K. Rowling

“Alto come due cavalli, occhi infuocati, artigli affilati come ...

»

Gianni Rodari, cento anni e non sentirli

Nato il 23 ottobre 1920, in un piccolo paese affacciato sul Lago ...

»

Van Gogh. I colori della vita

Il 10 ottobre, al centro Altinate San Gaetano di Padova, inaugura una ...

»

Una risata per un corpo imperfetto

“Graces” è uno spettacolo di teatro danza che sta ...

»

A scuola, “non perdiamoci di vista”

Questa mattina, al risveglio, abbiamo letto il post Facebook del ...