banner

The New Stuff

3277 Views

Il “cuore” dello sport


Leggende di campioni ma anche storie di sconfitti. Emozioni vissute in campo, da protagonista, o in tribuna, da spettatore. Dall’8 al 12 ottobre Macerata ospita “Overtime”, un festival dedicato ai valori dello sport praticato con vera passione

Macerata diventa per qualche giorno la capitale dello sport italiano. In questa bella città delle Marche si tiene un evento che unisce la passione sportiva e la cultura. Con tanti ospiti, belle storie e divertimento. Si chiama Overtime ed è il festival del racconto e dell’etica sportiva, dove per etica sportiva si intende il gioco leale, il fair play, la condivisione di buoni e sani valori (un modo di intendere anche la vita, un atteggiamento da prendere a esempio fin da bambini). Proprio per questo motivo vogliamo segnalarlo. E vogliamo invitarvi a partecipare, se vi trovate da quelle parti.

La manifestazione durerà cinque giorni, dall’8 al 12 ottobre, e proporrà incontri, mostre, proiezioni cinematografiche per conoscere storie di agonismo e passione sportiva. Dopo i Geni & Ribelli della scorsa edizione sarà quest’anno la volta dei Fuori-Classe con imprese di eccellenza caratterizzate dalla “classe sportiva”, non dimenticando però anche le storie nate e cresciute lontane dai riflettori. Grandi imprese e grandi campioni, dunque, ma anche realtà ai margini della società che credono nello sport come riscatto sociale.

Tanti gli ospiti: atleti, ex atleti, giornalisti, artisti, scrittori e creativi. Noi vi facciamo solo qualche nome: Nicola Pietrangeli, miglior tennista italiano di sempre, Oliviero Bellinzani, grande alpinista amante dell’arrampicata e dell’avventura, i giornalisti Gianni Mura, Franco Bragagna, Marino Bartoletti e Gabriella Greison. E ancora, il conduttore radiofonico Marco Ardemagni (Caterpillar, Rai Radio2), Tonina Pantani, la mamma di Marco Pantani, uno dei più grandi ciclisti della storia italiana, Giovanni Storti del trio Aldo, Giovanni & Giacomo, Paola Maugeri, volto femminile della musica in tv e voce rock di Virgin Radio, Boosta & Samuel dei Subsonica.

Tra le tante storie del festival, vi segnaliamo la nostra preferita. E’ una esperienza che ci colpisce e viene da Padova, proprio come la redazione di Prime Pagine. Al carcere Due Palazzi di Padova è nata la polisportiva Pallalpiede, associazione sportiva costituita dai detenuti, intenzionata a confrontarsi agonisticamente sul terreno da calcio e sui parquet del basket e del volley. Una gran bella storia di speranza e riscatto attraverso lo sport. Perché non è mai troppo tardi per ricominciare…

Tra gli eventi a misura di bambini, proposti dal festival, spunta il laboratorio di educazione alimentare Dimmi cosa mangi con gli alunni e le alunne delle scuole primarie, in programma il 9 ottobre, alle 10, al Museo della Scuola Paolo e Ornella Ricca.

(Illustrazione Overtime Festival 2014 dell’artista Angelo Barile)

Redazione Prime Pagine

Recently Published

»

Un Natale bio: in una scuola padovana è possibile!

A Padova, una scuola primaria promuove un nuovo tipo di educazione ...

»

L’isola dei diritti

Abbiamo il diritto di essere ascoltati, di avere una casa, di essere ...

©Collezione Peggy Guggenheim Collection. Foto Sara Celeghin
»

Cambiamo il futuro. Bambini di oggi, cittadini di domani

Al via un nuovo ciclo di sei laboratori della Collezione Peggy ...

»

Grazie Venezia78!

Al termine di ogni edizione della Mostra internazionale d’arte ...

»

Al Lido per la 78esima Mostra del Cinema

Care piccole lettrici e cari piccoli lettori, inizia oggi la 78esima ...

article image
»

Infanzia in Afghanistan: quale futuro per bambine e bambini?

L’avanzata devastante, la caduta di Kabul, il potere nella mani ...

»

Nemmeno il Covid è riuscito a fermare la passione per lo sport!

Che cosa ne è stato dello sport in questo anno? Ce lo chiediamo ...

»

“Cronache fantastiche”, il laboratorio insolito e divertente per Kid Pass Edu

Ecco il risultato di un laboratorio davvero unico, condotto nel mese ...

article image
»

Infanzia e Covid-19: l’appello per proteggere i bambini più vulnerabili

Save the children: nel 2021, 60 milioni di bambine e bambini avranno ...