banner

The New Stuff

2657 Views

Un guanto fa la differenza


La classe quinta della scuola primaria E. De Amicis di Cornegliana, Due Carrare (Padova) ha incontrato e intervistato Giulia Franco, autrice di un libro illustrato che spiega la disabilità ai bambini. Vi proponiamo il risultato di quell’incontro: i ragazzi hanno letto il libro, preparato e fatto le domande a Giulia. Poi hanno scritto e titolato, da soli, l’intervista (il loro lavoro non è stato in alcun modo modificato).

“Mio fratello è nel mio cuore e gli voglio bene”. Giulia Franco è l’autrice de Il guanto di mio fratello, un libro che spiega la disabilità ai più piccoli. Il suo lavoro consiste “nell’aiutare i bambini a stare meglio”: Giulia è psicologa dell’età evolutiva e ha un fratello con una grave disabilità. Il 10 marzo scorso è stata intervistata dalla redazione di Cornegliana in carta, il giornale della classe quinta della scuola E. De Amicis. Ai minireporter, Giulia è sembrata una persona molto precisa e attenta a quello che fa e a ciò che le sta intorno. Ascoltava, osservava i comportamenti e quando ci guardava pareva ci leggesse dentro.

Perché hai scritto questo libro e chi ti ha aiutato a realizzarlo?

“Ho deciso di tornare bambina scrivendo questo libro e, inoltre, volevo aiutare i fratelli delle persone disabili ad affrontare questa difficoltà. Ad aiutarmi è stata una mia amica d’infanzia, ora illustratrice, di nome Bianca Maria Scotton. Per scrivere questo libro ci abbiamo messo un anno e mezzo. All’inizio non è stato facile coordinarsi, poi ci siamo capite e per le illustrazioni ci siamo ispirate ai cartoni animati”.

Cosa ti ha insegnato tuo fratello?

“Mi ha insegnato a essere quella che sono”.

Ci sono delle cose che fate in segreto solo voi due?

“Ascoltiamo musica e ci parliamo con lo sguardo. Da piccola giocavo a Monopoly spostando anche le sue pedine”.

Quanto tempo ci hai messo ad accettare la disabilità di tuo fratello e a trasformarla in un bel rapporto?

“Non arrivi mai ad accettarla del tutto. Ci convivi. È un dolore che c’è sempre, cerchi di farne buon uso”.

Scriverai altri libri? 

“Altri libri non lo so, ma di questo libro vorrei fare uno spettacolo teatrale”.

Redazione Cornegliana in carta

Recently Published

article image
»

Infanzia e Covid-19: l’appello per proteggere i bambini più vulnerabili

Save the children: nel 2021, 60 milioni di bambine e bambini avranno ...

»

Storie sotto l’albero

A Natale è tempo di storie. Si sa. E i lettori più piccoli, e ...

»

“L’Ickabog”, il ritorno di J.K. Rowling

“Alto come due cavalli, occhi infuocati, artigli affilati come ...

»

Gianni Rodari, cento anni e non sentirli

Nato il 23 ottobre 1920, in un piccolo paese affacciato sul Lago ...

»

Van Gogh. I colori della vita

Il 10 ottobre, al centro Altinate San Gaetano di Padova, inaugura una ...

»

Una risata per un corpo imperfetto

“Graces” è uno spettacolo di teatro danza che sta ...

»

A scuola, “non perdiamoci di vista”

Questa mattina, al risveglio, abbiamo letto il post Facebook del ...

»

Al Parco Iris di Padova, una nuova area giochi accessibile e inclusiva

Uno spazio felice per tutte e tutti, bambine e bambini con ...

»

In libreria “Passeggiata col cane”, quando una storia è senza parole

La casa editrice Camelozampa porta in libreria un piccolo gioiello di ...