banner

The New Stuff

2173 Views

Orto in condotta


Coltivare verdure buone, divertendosi. Prendersi cura di un orticello e imparare qualcosa di nuovo, ogni giorno. Nel 2004 Slow Food lancia un progetto da inserire nelle attività di educazione alimentare e ambientale nelle scuole. Ve lo raccontiamo.

Studenti, insegnanti, genitori, nonni. Sono questi i protagonisti di Orto in condotta, un bel progetto lanciato una decina di anni fa da Slow food  (l’associazione internazionale no profit impegnata a ridare valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con la natura) pensato per trasmettere alle giovani generazioni i saperi legati alla cultura del cibo e alla salvaguardia dell’ambiente. A un mese dall’apertura di Expo2015 (1 maggio, Milano) vogliamo parlarvi di questa bella esperienza che cresce, anno dopo anno, coinvolgendo sempre più scuole italiane.

A metà degli anni Novanta nasce a Berkeley, in California, il primo School garden di Slow food. Un’iniziativa vincente che ispira ben presto molti appassionati del cibo e della vita sana a contatto con la natura. Qualche anno più tardi l’eco di quella esperienza arriva in Italia e favorisce la nascita di Orto in condotta, progetto di durata triennale che prevede percorsi formativi per insegnanti, attività di educazione alimentare e del gusto e di educazione ambientale per gli studenti e seminari per genitori e nonni ortolani.

Ma cosa fanno esattamente i piccoli coltivatori? Realizzano il loro orto, organizzano mercatini ed eventi, visitano aziende agricole, svolgono attività di educazione ambientale, alimentare e del gusto in aula e nell’orto stesso. Insomma, imparano e si divertono!

Da Nord a Sud, le tante scuole partecipanti hanno costituito una grande rete reale ma anche virtuale, grazie alla piattaforma Grow the planet, il social network dedicato a chi ama il cibo buono e sano, a chi ha l’orto o a chi vuole imparare, un luogo dove scambiarsi consigli, idee ed esperienze.

Per entrare nella rete le scuole, info: educazione@slowfood.it

Redazione Prime Pagine

(in copertina: carote di Polignano, Puglia. Foto Wikimedia commons)

Recently Published

»

A scuola, “non perdiamoci di vista”

Questa mattina, al risveglio, abbiamo letto il post Facebook del ...

»

Al Parco Iris di Padova, una nuova area giochi accessibile e inclusiva

Uno spazio felice per tutte e tutti, bambine e bambini con ...

»

In libreria “Passeggiata col cane”, quando una storia è senza parole

La casa editrice Camelozampa porta in libreria un piccolo gioiello di ...

»

Giovani critici in quarantena

Un gruppo di ragazzi. Tante idee che circolano attraverso i libri e ...

»

Coronavirus, un libro per bambini

“Questo è un periodo strano per tutti, ed è così nel mondo ...

article image
»

Il coronavirus e noi: i giorni sospesi dei bambini coraggiosi

Quante domande, quanti dubbi, quante incertezze. Sono giorni strani, ...

»

Il tempo (creativo) lontano dalla scuola

Dalle Lezioni sul sofà agli audiolibri di “Ad alta ...

»

“Da grande voglio fare il poeta”

Un libro raccoglie le poesie scritte da bambini e ragazzi dai 4 ai 12 ...

»

“Giulietta e Federico”, una grande avventura di cinema e amore

Lo conoscete Federico Fellini? E la conoscete Giulietta Masina? Nel ...