banner

The New Stuff

48 Views

Magie d’ascolto


Nello scenario dell’Auditorium Pollini e dell’Orto Botanico di Padova si tiene la settima edizione della rassegna che l’Orchestra di Padova e del Veneto dedica ai bambini e alle famiglie, con spettacoli e sorprese da non perdere, firmate anche “Prime Pagine”.

Grandi capolavori per piccoli ascoltatori. Questa è la parola d’ordine di OPV Families&Kids che per l’edizione 2017-2018 si arricchisce ancora di più per lasciare i bambini senza fiato davanti alle meraviglie della musica, dell’orchestra che suona all’unisono e della danza. Il 18 novembre il la è stato dato da Pierino e il lupo, ma il cartellone elaborato dal direttore artistico e musicale dell’Orchestra di Padova e del Veneto Marco Angius, con la stretta collaborazione di Elisabetta Garilli, prosegue con altri cinque spettacoli.

Il primo concerto di fiati sarà il 5 dicembre con Babbo Natale e la lettera smarrita su musiche di Charles Gounod. Lo spettacolo sarà riservato solo ai bambini degenti all’interno della Clinica Pediatrica dell’Ospedale di Padova e alle loro famiglie e l’intero ricavato della serata sarà devoluto in beneficienza alla Fondazione Salus Pueri.

Il 20 gennaio, all’Auditorium Pollini, i più piccoli potranno assistere a una nuova lettura della Suite Pulcinella, tratta dalle straordinarie musiche per i Balletti russi di Igor Stravinsky con il mimo Giulia Carli e con Serena Abagnato che sarà scenografa in scena. Prime Pagine Magazine darà invece l’occasione ai bambini e ragazzi presenti in sala di cimentarsi con il duro lavoro del critico musicale, offrendo a tutti gli spettatori una scheda da compilare con i giudizi sullo spettacolo appena visto.

I piccoli critici in erba potranno continuare a sperimentare il lavoro giornalistico il 10 marzo quando la rassegna Families&Kids tornerà al Pollini con lo spettacolo Un, due, tre: a passo di danza! sul balletto pantomima Les Petits Riens che Wolfang Amadeus Mozart scrisse per l’Académie Royal di Parigi nel 1778.

All’Orto Botanico i piccoli ascoltatori dell’Orchestra di Padova e del Veneto saranno invece ospitati il 3 febbraio e il 7 aprile, con due appuntamenti imperdibili di Tuttigiuperterra, per i quali l’OPV invita bambini e adulti a portare un cuscino da casa per accomodarsi sul pavimento.

Seduti sui cuscini e con lo scenario sorprendente dell’Orto Botanico, i bambini assisteranno il 3 febbraio a Mozart in carrozza: un viaggio musicale in Italia, con le musiche di Leopold e Wolfand Amadeus Mozart, mentre il 7 aprile sarà la volta dello spettacolo Creature fantastiche (e come ascoltarle) dove, in collaborazione con Bas Bleu Illustration, i bambini compiranno un viaggio alla scoperta di creature meravigliose e fantastiche, a partire proprio da quelle che si nascondono tra le piante dell’Orto, su musiche di Christoph Willibald Gluck.

I biglietti sono in vendita online su www.opvorchestra.it, o dal sabato che precede ciascun evento presso la Libreria Pel di Carota di Padova. I biglietti eventualmente invenduti saranno disponibili al botteghino il giorno del concerto da un’ora prima dell’inizio.

Redazione Prime Pagine

Recently Published

»

Guida illustrata per esploratori di cielo

Vi presentiamo un piccolo capolavoro, un perfetto regalo di Natale. ...

»

Magie d’ascolto

Nello scenario dell’Auditorium Pollini e dell’Orto ...

»

Il Giappone illustrato va in gita a Sàrmede

Fino al 28 gennaio 2018 la Casa della fantasia di Sàrmede (Treviso) ...

»

Y Generation: la danza incontra i bambini

La danza, con il suo linguaggio corporeo e astratto, denso di ...

»

Per chi osa volare

La scuola ricomincia e le vacanze sono ormai lontane. Il tempo delle ...

»

Buone vacanze, piccoli giornalisti!

Carissimi minireporter, la redazione di Prime Pagine vi augura buone ...

»

Dai rifiuti alla creativà

I materiali di scarto tornano a nuova vita grazie ai ragazzi della ...

»

Il fantastico mondo di Bruno Munari

A Palazzo Pretorio, a Cittadella (Padova), una mostra a ingresso ...

»

Ricordando Falcone e Borsellino

«Un invito rivolto a tutti noi a compiere fino in fondo le nostre ...