banner

The New Stuff

2562 Views

L’isola raccontata dai ragazzi


Le riprese si sono appena concluse, il cortometraggio degli studenti del liceo scientifico Majorana di Lampedusa è stato scelto dalla giuria di Ciak junior e andrà in onda in estate su Canale 5. Una bella storia al centro di un progetto internazionale.

Ne avrete certamente sentito parlare. Vi avranno raccontato qualcosa di Lampedusa. Qualcuno ve l’avrà descritta come un’isola bellissima e piena di sole, altri ve l’avranno presentata come l’isola degli sbarchi, che accoglie i migranti in arrivo da terre lontane, in fuga da guerre e sofferenza. Ora l’isola e i suoi abitanti sono protagonisti di un cortometraggio selezionato da Ciak junior, il festival internazionale di cinema fatto dai ragazzi ideato nel 1990 dal trevigiano Gruppo Alcuni che coinvolge ogni anno migliaia di studenti delle scuole medie e superiori di tutto il mondo, esportato già in 28 Paesi e con oltre 500 cortometraggi prodotti.

Il soggetto del corto Nel blu…, scritto dagli studenti della quinta B del Liceo scientifico Majorana di Lampedusa, è stato selezionato tra i tantissimi arrivati da tutta Italia (insieme ai soggetti di altre due classi di Ancona e Savona): le riprese sono state realizzate tra il 13 e il 15 aprile scorsi e domenica 3 luglio, alle 10, sarà trasmesso da Canale 5. La storia racconta la Lampedusa degli isolani, con gli scorci più belli e un focus dedicato ai dolci tipici. Nei tre giorni di riprese, insieme ai giovani attori, c’erano Francesco Manfio e Sergio Manfio di Gruppo Alcuni (quest’ultimo firma anche la regia del corto).

Con Nel blu… i giovani di Lampedusa vogliono ricordare al mondo, per usare le parole che essi stessi hanno scelto per presentare il loro film, che “Lampedusa non è solo l’isola degli sbarchi, ma il luogo dove tanti ragazzi vivono la loro quotidianità diversa dall’immagine che i mass media diffondono della propria isola e della propria casa. Il corto racconta la storia di un giovane milanese, in gemellaggio a Lampedusa, che si scontra con una realtà molto simile alla sua e per certi aspetti migliore e si rende conto che le notizie dei giornali vanno prese con beneficio d’inventario e prima di farsi un’opinione bisogna vivere esperienze in prima persona”.

Il 27 e 28 maggio, i ragazzi di Lampedusa saranno a Cortina D’Ampezzo (Belluno) per partecipare al Festival Ciak junior. Nel corso della due giorni verranno premiati i migliori cortometraggi prodotti in Italia e nel mondo.

Redazione Prime Pagine

Recently Published

»

Al Parco Iris di Padova, una nuova area giochi accessibile e inclusiva

Uno spazio felice per tutte e tutti, bambine e bambini con ...

»

In libreria “Passeggiata col cane”, quando una storia è senza parole

La casa editrice Camelozampa porta in libreria un piccolo gioiello di ...

»

Giovani critici in quarantena

Un gruppo di ragazzi. Tante idee che circolano attraverso i libri e ...

»

Coronavirus, un libro per bambini

“Questo è un periodo strano per tutti, ed è così nel mondo ...

article image
»

Il coronavirus e noi: i giorni sospesi dei bambini coraggiosi

Quante domande, quanti dubbi, quante incertezze. Sono giorni strani, ...

»

Il tempo (creativo) lontano dalla scuola

Dalle Lezioni sul sofà agli audiolibri di “Ad alta ...

»

“Da grande voglio fare il poeta”

Un libro raccoglie le poesie scritte da bambini e ragazzi dai 4 ai 12 ...

»

“Giulietta e Federico”, una grande avventura di cinema e amore

Lo conoscete Federico Fellini? E la conoscete Giulietta Masina? Nel ...

Uffa, logo
»

Uffa, dai disegni dei bimbi alla moda

L’espressione artistica dei più piccoli diventa fonte di ...