banner

The New Stuff

3061 Views

Leggere, leggere, leggere!


Libri, giornali, lettere nella pittura dell’Ottocento. In Svizzera, una mostra racconta la rivoluzione della lettura. Una grandiosa trasformazione culturale e sociale che permetteva finalmente di accedere all’informazione ed entrare in contatto con il mondo, al di là della famiglia o del villaggio.

Dal libro al giornale, dal documento alla lettera. Fino al 24 gennaio, la Pinacoteca cantonale Giovanni Züst di Rancate (Mendrisio), nel Cantone Ticino, in Svizzera, a pochi chilometri dal confine italiano, ospita la mostra Leggere, leggere, leggere! con oltre 80 tele e sculture. L’arte racconta la più importante delle rivoluzioni, quella della lettura che incomincia nell’Ottocento ad accompagnare e scandire ogni momento della vita, facendo da tramite per notizie dei propri cari o di attualità, ma anche permettendo di viaggiare con la mente in luoghi lontani, grazie alla diffusione di romanzi che offrono svago e riflessione.

Dall’alfabeto alla Bibbia, passando per i romanzi d’amore o d’avventura, la lettura assume forme differenti, suscita emozioni che spaziano dalla gioia al dolore, dall’attesa alla malinconia. Si svolge all’aria aperta, seduti in poltrona, a scuola o confinati in letti da convalescenti.

Si passa dalla lettura domenicale, a voce alta, della Bibbia, con la famiglia raccolta ad ascoltare, a quella delle lettere giunte dal fronte, in epoca risorgimentale, talvolta lette dal parroco. E ancora, ecco le lettere d’amore e il giornale, finestra sul mondo che permette un’informazione più capillare.

Redazione Prime Pagine


(in copertina: Mosè Bianchi, Ritratto di Giulia Lucini Colombani, 1894. Gallery: Gerolamo Induno, Donne romane, scena contemporanea, 1864 – Paolo Sala, Leggendo Praga, 1886 – Albert Anker, La liseuse, 1882-1883)

Recently Published

»

Il giornale della settimana, piccole cronache illustrate

Siamo tornate al Lago di Garda per fare un’altra splendida ...

»

La Gazzetta della Rocca, minireporter al museo archeologico

Una domenica pomeriggio davvero speciale. Prime Pagine ha proposto e ...

»

Cronache fantastiche (seconda parte)

Cronache fantastiche, impossibili, a volte quasi reali: con questo ...

»

Cronache fantastiche

Cronache fantastiche, impossibili, a volte quasi reali: con questo ...

Foto di Grazia Raimondo
»

Una domenica poetica, un’insalata di parole

Le parole possono essere dolci, amare, aspre. Le persone possono ...

Giovanna di Benedetto / Save the Children
»

Ucraina, le prime vittime sono i bambini

Il conflitto costringe donne e bambini a lasciare le proprie case per ...

»

Non ci avevano detto che c’era la pace?

Ucraina – Russia, la guerra spiegata a bambine e bambini. ...

»

Rileggere Mario Lodi

Su Il Bo Live l’omaggio al grande maestro e scrittore, nel ...

»

Il Carnevale internazionale dei ragazzi

Laboratori e giochi in presenza e online per bambine e bambini, ...