banner

The New Stuff

3414 Views

La vita segreta di uno scienziato


Pubblichiamo due brevi reportage delle redazioni “Il corriere in metrò” e “The flash news”,  che fanno parte di un giornale costruito con “Prime Pagine”, nel corso di un laboratorio di quattro appuntamenti, e a cui hanno partecipato tutti i ragazzi della classe quinta della scuola primaria di Santa Maria Antonio Fogazzaro  (Istituto Comprensivo di Camisano Vicentino). I pezzi non sono stati modificati, è stata corretta la punteggiatura ed è stata eliminata una ripetizione. E’ tutta opera e merito dei bambini (che hanno tra i 10 anni e gli 11 anni): sono andati in giro per Padova, armati di taccuino e penna, sulle tracce di Galileo Galilei.

Sono le sette di mattina. A Padova regna il silenzio. Da uno dei tanti portici della città si sentono dei passi pesanti. E lì appare Galileo. E’ il 26 novembre 2015, siamo a Padova per scoprire la misteriosa vita cittadina di Galileo Galilei, un grande uomo.

A Prato della Valle, che contiene 79 statue, sorge quella di Galileo. Poi ci spostiamo al Bo, prestigiosa università dove Galileo per diciotto anni insegnò. Entriamo. Ci accoglie l’immensa Aula Magna, tappezzata di stemmi e drappi. Una simpatica guida ci spiega che nell’aula fanno anche concerti. A noi è apparsa favolosa.

La guida ci ha mostrato lo stemma di Galileo: una scala rivolta verso l’alto. Ci spostiamo nell’aula detta dei Quaranta, dove in bella vista si trova la cattedra dello scienziato. Finito di lavorare, Galileo tornava a casa, proprio in via Galileo Galilei, numero civico 3890 (attualmente è diventato il numero 18). Abitò in quella casa dal 1101 al 1110, cioè per nove anni.

Lo scienziato visse i suoi migliori anni a Padova e morì di gotta a 78 anni.

Redazione Il corriere in metrò: Dario Abbiate, Giulia Angheluta, Giulio Gottardo, Sara Masitto.


Padova era una normale città che cambiò quando arrivò un misterioso scienziato: Galileo Galilei.

Visse per 72 anni ed era figlio di persone nobili e ricche. Per ordine del padre studiò medicina, ma la cosa che più lo colpiva erano il cielo e le stelle.

A Galileo piaceva molto la carne e ne mangiava tanta, anzi troppa. Infatti morì di gotta. Dalla Cattedrale di San Marco scoprì i satelliti di Giove e le fasi di Venere. Disse anche che secondo lui la Terra non era al centro dell’universo, ma che al centro c’era il sole e che lei girava attorno ad esso. La Chiesa non approvò la sua idea e venne condannato. Lui allora dovette negare.

In suo onore costruirono, in Prato della Valle, una statua. Guardava il cielo e in mano aveva una specie di pergamena. Gli piaceva molto passeggiare per Padova, scrivere e leggere. Galileo insegnò per 18 anni all’Università di Padova, il cosiddetto Bo, e dentro è ancora conservata la sua vecchia cattedra da lavoro. Adesso, se andate in via Galileo Galilei potete trovare, al numero 3890, la sua casa. E con questo finisce la vita del grande fondatore della scienza.

Redazione The flash news: Kjra Manfredi, Paolo Neri, Jogaila Poviliunas

Recently Published

giornalisti del mistero
»

Notizie da brivido. Giornalisti del mistero alla Rocca di Manerba

Segreti e leggende, storie spaventose: ecco gli ingredienti del ...

»

Il giornale della settimana, piccole cronache illustrate

Siamo tornate al Lago di Garda per fare un’altra splendida ...

»

La Gazzetta della Rocca, minireporter al museo archeologico

Una domenica pomeriggio davvero speciale. Prime Pagine ha proposto e ...

»

Cronache fantastiche (seconda parte)

Cronache fantastiche, impossibili, a volte quasi reali: con questo ...

»

Cronache fantastiche

Cronache fantastiche, impossibili, a volte quasi reali: con questo ...

Foto di Grazia Raimondo
»

Una domenica poetica, un’insalata di parole

Le parole possono essere dolci, amare, aspre. Le persone possono ...

Giovanna di Benedetto / Save the Children
»

Ucraina, le prime vittime sono i bambini

Il conflitto costringe donne e bambini a lasciare le proprie case per ...

»

Non ci avevano detto che c’era la pace?

Ucraina – Russia, la guerra spiegata a bambine e bambini. ...

»

Rileggere Mario Lodi

Su Il Bo Live l’omaggio al grande maestro e scrittore, nel ...