banner

The New Stuff

2180 Views

Impariamo dalle api


Uno studio scientifico sul comportamento degli sciami di api nei processi decisionali ci insegna a progettare sistemi robotici capaci di auto-organizzarsi. 

In un futuro nemmeno troppo lontano, in caso di terremoto o di un altro disastro naturale, le squadre di soccorso potranno essere composte anche da robot. E questi robot, per operare al meglio, andranno a scuola dalle api.

Non è uno scherzo, ma il risultato di una ricerca dell’Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del Consiglio nazionale delle ricerche (Istc-Cnr) di Roma, dell’Institut de recherches interdisciplinaires et de développements en intelligence artificielle (Iridia) e la faculté de sciences de l’Université libre de Bruxelles. I ricercatori hanno messo a punto un nuovo strumento che,come spiega Vito Trianni, ricercatore dell’Istc-Cnr, “permette allo sviluppatore di scegliere le dinamiche complessive che vuole ottenere e fornisce automaticamente i parametri da utilizzare nell’algoritmo di funzionamento di ogni singolo dispositivo dello sciame”.

Proviamo a capirci qualcosa. Uno sciame di api che cerca un nuovo luogo dove stabilirsi è affascinante: nonostante il gruppo sia composto da un grandissimo numero di esemplari autonomi, sembra quasi che l’insieme si muova come se fosse un unico grande organismo. Come è possibile? Attraverso una grandissima capacità di comunicare tra singole api. Un’abilità che, una volta sfruttata e “copiata”, potrà permettere a un gruppo di piccoli robot di muoversi in territori sconosciuti: per esempio, una zona appena colpita da una calamità naturale come un’inondazione o un terremoto. Questi gruppi di robot potranno quindi auto-organizzare i soccorsi e gli spostamenti, dando così un grande aiuto ai soccorritori umani. Prepariamoci dunque a vedere sciami di robottini-salvatori muoversi come piccole api. Ma non aspettiamoci del miele!

Domenico Lanzilotta

  • giornalista professionista, direttore responsabile di Venetoeconomia, si occupa e scrive di economia, politica, cultura

Recently Published

»

In libreria “Passeggiata col cane”, quando una storia è senza parole

La casa editrice Camelozampa porta in libreria un piccolo gioiello di ...

»

Giovani critici in quarantena

Un gruppo di ragazzi. Tante idee che circolano attraverso i libri e ...

»

Coronavirus, un libro per bambini

“Questo è un periodo strano per tutti, ed è così nel mondo ...

article image
»

Il coronavirus e noi: i giorni sospesi dei bambini coraggiosi

Quante domande, quanti dubbi, quante incertezze. Sono giorni strani, ...

»

Il tempo (creativo) lontano dalla scuola

Dalle Lezioni sul sofà agli audiolibri di “Ad alta ...

»

“Da grande voglio fare il poeta”

Un libro raccoglie le poesie scritte da bambini e ragazzi dai 4 ai 12 ...

»

“Giulietta e Federico”, una grande avventura di cinema e amore

Lo conoscete Federico Fellini? E la conoscete Giulietta Masina? Nel ...

Uffa, logo
»

Uffa, dai disegni dei bimbi alla moda

L’espressione artistica dei più piccoli diventa fonte di ...

»

Un sogno al di là del muro

Sono passati trent’anni da una giornata che i vostri genitori e ...