banner

The New Stuff

409 Views

Cronache fantastiche


Cronache fantastiche, impossibili, a volte quasi reali: con questo tipo di notizie si sono misurati i giovani reporter che hanno partecipato, con noi di Prime Pagine, al laboratorio organizzato da Kid Pass. Bambini da ogni parte d’Italia si sono collegati dalla loro cameretta per provare a ideare una notizia surreale, ispirati dalle magiche storie di Gianni Rodari. Con una notizia di cronaca sportiva e con un reportage eccezionale partono le nostre cronache fantastiche

23 maggio 2022

Bonsì sente aria da digiuno, un finale che si allontana chiama la morte.

Bonsì perde tutto. Da quando il Real lo ha lasciato, e non si sa se lo faranno tornare, guai seri per lui. Una raccolta alimentare di beneficienza è stata infatti programmata in suo aiuto e, come si dice, chi sbaglia merita la panchina, ma sulle sue condizioni di salute e di improvvisa povertà non si scherza.

Il Madrid è dispiaciuto, ma la legge è la legge ed il Real non vuole cause dopo le pesanti accuse che Bonsì ha ricevuto.

Arrivano donazioni da vari calciatori: lui ringrazia, ma non accetta perché Bonsì è “onesto e discreto”. Gli aiuti arrivano soprattutto da Jorghino che è disposto a cedere all’ex compagno di squadra la sua casa delle vacanze, ma l’ex del Real rifiuta e dice: “Ciò che è tuo è tuo, amico, e io non voglio disturbarti”.

Un’altra notizia shock  però è pronta a travolgerci: arriva un annuncio dalla Polizia locale di Madrid che sostiene che Bonsì non ha colpe e verrà assolto da tutte le accuse. Presto ci sarà il suo rientro in squadra. Bisognerà solo attendere il decreto.

Matteo Chiomento


Un origami vivente

Salve, mi chiamo Davide e, con il mio fotografo, abbiamo intervistato il signor Pozzobon, il proprietario di una casa in via Pincopallino. Spaventato dalla presenza di uno spirito maligno nella sua abitazione, siamo entrati ad indagare.

Nella casa ogni cosa era in ordine tranne lo studio, ridotto piuttosto male…Ho pensato che non ci fosse nulla di cui preoccuparsi e, in quel momento, ho trovato un piccolo origami: un sale e pepe che improvvisamente prese vita e i triangoli di carta gialla si alzarono da soli fino a farci vedere la scritta “Ciao”.

Ci siamo spaventati e siamo andati a sbattere contro i mobili (ecco spiegato il perché di tutta quella confusione), abbiamo tentato di scappare, ma il sale e pepe ci bloccava la fuga: era un origami di carta che amava giocare agli indovinelli. Ce ne fece molti e noi rispondemmo a tutti. Infine ci fece una domanda sul futuro, ma noi rispondemmo che nessuno può prevederlo.

L’origami fu felice di questa risposta così ci fece uscire. Fu allora che raccontammo tutto al signor Pozzobon che decise di condividere la casa con l’origami e di giocare spesso con lui.

Davide Zoccarato

Recently Published

giornalisti del mistero
»

Notizie da brivido. Giornalisti del mistero alla Rocca di Manerba

Segreti e leggende, storie spaventose: ecco gli ingredienti del ...

»

Il giornale della settimana, piccole cronache illustrate

Siamo tornate al Lago di Garda per fare un’altra splendida ...

»

La Gazzetta della Rocca, minireporter al museo archeologico

Una domenica pomeriggio davvero speciale. Prime Pagine ha proposto e ...

»

Cronache fantastiche (seconda parte)

Cronache fantastiche, impossibili, a volte quasi reali: con questo ...

»

Cronache fantastiche

Cronache fantastiche, impossibili, a volte quasi reali: con questo ...

Foto di Grazia Raimondo
»

Una domenica poetica, un’insalata di parole

Le parole possono essere dolci, amare, aspre. Le persone possono ...

Giovanna di Benedetto / Save the Children
»

Ucraina, le prime vittime sono i bambini

Il conflitto costringe donne e bambini a lasciare le proprie case per ...

»

Non ci avevano detto che c’era la pace?

Ucraina – Russia, la guerra spiegata a bambine e bambini. ...

»

Rileggere Mario Lodi

Su Il Bo Live l’omaggio al grande maestro e scrittore, nel ...