banner

The New Stuff

2712 Views

“Che genio!”


In un divertente libro illustrato trovano posto le storie di bambini diventati scienziati, artisti e scrittori. Brevi racconti per scoprire talento e passioni di diciotto personaggi straordinari che hanno lasciato un segno nella storia. Da Cristoforo Colombo a Marie Curie, da Shakespeare a Mandela, passando per Stanley Kubrick e Steve Jobs.

Le storie di Guido Sgardoli ispirano, le illustrazioni di Giuseppe Ferrario divertono. Che genio! Storie di personaggi straordinari (edizioni El) raccoglie le “avventure” di diciotto uomini e donne che hanno fatto la storia, partendo dal loro talento e dalle passioni nate durante l’infanzia. Da Cristoforo Colombo a Marie Curie, da Shakespeare a Mandela, passando per Stanley Kubrick e Steve Jobs. Com’erano i geni da bambini? Erano tutti bravi a scuola? Che sogni avevano? Cosa volevano diventare da grandi?

Uscí in strada sgattaiolando come un ladro per evitare di essere riconosciuto. Se i suoi avessero scoperto che anziché a scuola se n’era andato tranquillamente al cinema…
– Stanley!
– Mamma!
Gertrude Perveler Kubrick era in mezzo al marciapiede con le borse della spesa che la tiravano verso il basso e un’espressione sbigottita sul viso
– Che ci facevi al cinema?
– Ecco, io…

L’autore è una garanzia, la sua scrittura non delude. Trevigiano, Sgardoli ha vinto numerosi premi, tra cui il prestigioso Premio Andersen 2009 come miglior scrittore per ragazzi.

– Tu, – disse la maestra. – Come ti chiami?
– Rolihlahla Mandela, – rispose il ragazzo.
Aveva sei anni e frequentava il collegio coloniale inglese di Healdtown, in Sudafrica. La maestra era bianca.
– Come faccio a ricordare un nome tanto difficile? – chiese la donna. Poi fece andare lo sguardo intorno. Sul libro di storia spiccava l’immagine dell’ammiraglio inglese Horatio Nelson, l’eroe della battaglia navale di Trafalgar.
– Da oggi sarai Nelson, – disse la donna. – Nelson Mandela.
Rolihlahla pensò che il nome, quel nome che la maestra si rifiutava di imparare, glielo aveva dato sua madre, quando lo aveva partorito lungo la riva del fiume.

Un piccolo libro da leggere saltando da una storia all’altra, seguendo l’umore e l’ispirazione del momento. Per scoprire la vita di persone speciali e per continuare a credere nei propri sogni!

Redazione Prime Pagine

Recently Published

article image
»

Infanzia e Covid-19: l’appello per proteggere i bambini più vulnerabili

Save the children: nel 2021, 60 milioni di bambine e bambini avranno ...

»

Storie sotto l’albero

A Natale è tempo di storie. Si sa. E i lettori più piccoli, e ...

»

“L’Ickabog”, il ritorno di J.K. Rowling

“Alto come due cavalli, occhi infuocati, artigli affilati come ...

»

Gianni Rodari, cento anni e non sentirli

Nato il 23 ottobre 1920, in un piccolo paese affacciato sul Lago ...

»

Van Gogh. I colori della vita

Il 10 ottobre, al centro Altinate San Gaetano di Padova, inaugura una ...

»

Una risata per un corpo imperfetto

“Graces” è uno spettacolo di teatro danza che sta ...

»

A scuola, “non perdiamoci di vista”

Questa mattina, al risveglio, abbiamo letto il post Facebook del ...

»

Al Parco Iris di Padova, una nuova area giochi accessibile e inclusiva

Uno spazio felice per tutte e tutti, bambine e bambini con ...

»

In libreria “Passeggiata col cane”, quando una storia è senza parole

La casa editrice Camelozampa porta in libreria un piccolo gioiello di ...