banner

The New Stuff

2641 Views

C’è vita su Marte? Chiediamolo a un sasso


I misteri della vita sugli altri pianeti potrebbero essere svelati da un sasso rinvenuto nel 1984 in Antartide e proveniente proprio da Marte. “Planck!” ci racconta questa storia di rocce e vita.

C’è vita su altri pianeti? Questa è una domanda che da sempre ha incuriosito non solo gli scienziati! Per il momento non ne sappiamo molto, ma quello che è certo è che su altri pianeti, quelli che riusciamo a studiare, può esserci stata vita. Ed è proprio quello che sembrerebbe dire… un sasso!

Già, proprio un sasso! Ma facciamo qualche passo indietro…

Nel 1984 Roberta Score, mentre cercava meteoriti in Antartide insieme alla sua squadra statunitense, trovò Allan Hills 84001 (poi abbreviato con ALH 84001), un meteorite che pesava 1931 g. Gli studi di datazione che vennero fatti su ALH 84001 rivelarono che si trattava di un frammento di roccia formatosi 3,6 miliardi di anni fa su Marte, e staccatosi dal pianeta 15 milioni di anni fa per poi arrivare sulla terra 13000 anni fa.

Questo sasso ha da subito appassionato gli scienziati. Prima si credeva che contenesse dei nano-batteri fossilizzati, ipotesi poi smentita. Poi, verso la fine del 2014, gli scienziati sono stati incuriositi dal fatto che la roccia contiene strani carbonati, cioè composti formati da carbonio e ossigeno che derivano da acqua e ozono. A seconda del tipo dei carbonati in questione, si può capire, per esempio, quanta acqua e quanto ozono ci fossero quando questi composti si sono formati.

Adesso l’atmosfera su Marte è composta soprattutto da anidride carbonica ma anche da ozono… e l’acqua quindi? Proprio questa è la domanda che incuriosisce gli studiosi! Probabilmente quando ALH 84001 si è formato, il pianeta Marte aveva dell’acqua… non vasti oceani ma forse piccoli mari… comunque acqua, quindi forse qualche forma di vita!

A questo punto gli scienziati si domandano: i pianeti come la Terra e Marte quando hanno “preso” l’acqua? E, nel caso di Marte, dov’è andata a finire quest’acqua?

Di certo non sappiamo ancora nulla e questo misterioso sasso nasconde ancora tanti misteri!

Agnese Sonato

  • redattrice di PLaNCK e ricercatrice dell’Università di Padova

Recently Published

article image
»

Infanzia e Covid-19: l’appello per proteggere i bambini più vulnerabili

Save the children: nel 2021, 60 milioni di bambine e bambini avranno ...

»

Storie sotto l’albero

A Natale è tempo di storie. Si sa. E i lettori più piccoli, e ...

»

“L’Ickabog”, il ritorno di J.K. Rowling

“Alto come due cavalli, occhi infuocati, artigli affilati come ...

»

Gianni Rodari, cento anni e non sentirli

Nato il 23 ottobre 1920, in un piccolo paese affacciato sul Lago ...

»

Van Gogh. I colori della vita

Il 10 ottobre, al centro Altinate San Gaetano di Padova, inaugura una ...

»

Una risata per un corpo imperfetto

“Graces” è uno spettacolo di teatro danza che sta ...

»

A scuola, “non perdiamoci di vista”

Questa mattina, al risveglio, abbiamo letto il post Facebook del ...

»

Al Parco Iris di Padova, una nuova area giochi accessibile e inclusiva

Uno spazio felice per tutte e tutti, bambine e bambini con ...

»

In libreria “Passeggiata col cane”, quando una storia è senza parole

La casa editrice Camelozampa porta in libreria un piccolo gioiello di ...